Sempre attratto dalla campagna, sicuramente è un legame delle mie origini, ho dato via a questa ricerca su l’Agro Romano. Una ricerca iniziata nella scorsa primavera, dove il grano era appena verde e sviluppatasi fino al momento attuale dove il grano è maturato ed è stato raccolto già da parecchio tempo e la terra. Un momento dove la terra sta preparando per dare corso alla nuova semina.

Non poteva certo mancare l’acqua. In questo anno di gran caldo e gran siccità, ho trovato un angolo di campagna, molto tranquillo, dove l’acqua scorre in abbondanza e diventa mezzo per vari spunti fotografici.  Sopratutto i riflessi, degli alberi che vi si specchiano.