Un modo diverso di partecipare alla fotografia, essere presente. Superare la timidezza, superare il “non sono fotogenica/o”.

Prendersi il tempo necessario, sentirsi, essere consapevole del proprio aspetto e scattare. Certi che la fotografia sarà quella sentita e non quella superficiale riferita all’imagine esteriore, che spesso non ci piace, non ci rappresenta.

Non lasciare questa sensazione ai numeri binari del digitale o sul negativo, ma trasferirla su carta. Poterla passare tra le mani con cura e prestargli la dovuta attenzione per preservarla. Stiamo parlando della nostra immagine, della nostra fotografia

Il progetto lo potete seguire anche sulla pagina FB https://www.facebook.com/fotografandomemisento/